Baby talking : il linguaggio a misura di bebè

Con il termine baby talking si fa riferimento ad una forma di comunicazione che viene utilizzata   quando ci si relaziona con i bambini molto piccoli. Tutte le mamme del mondo parlano con i loro neonati con il linguaggio dei Bebè, il quale non ha nulla a che fare con la comunicazione verbale e tanto meno si articola in frasi o parole di senso compiuto, secondo una struttura logica. Piuttosto, soprattutto durante il puerperio, si rivela molto importante per favorire e facilitare la relazione tra madre e figlio, nell’ottica di una comunicazione corporea capace di migliorare lo sviluppo dell’apprendimento e dell’autostima nel bambino (approfondisci qui “nuoto neonatale per favorire il rapporto bambino/ mamma“)

 

IL BABY TALKING E’ IL RICHIAMO PROLUNGATO DI QUELLE VOCALI COME: “AAAAA…. OOOO….EEEEE”

 

Il baby talking può realmente farci entrare in contatto con il bambino? Può sostituirsi al linguaggio parlato?

Questa particolare forma di comunicazione è stata oggetto di studio e di ricerche approfondite e specifiche, soprattutto negli U.S.A. Essa si presenta come una specie di parlata a cantilena, accompagnata da un linguaggio sereno del volto e da una mimica comprensiva di espressioni non verbali gratificanti e di approvazione.

Questo linguaggio sembra essere utilizzato di più dalle donne

( vedi approfondimento http://www.treccani.it/enciclopedia/baby-talk_%28Enciclopedia-dell%27Italiano%29/ )

e pare possa rilassare molto i neonati, soprattutto in quanto utilizza e ripropone il ritmo e le andature del battito cardiaco.

Questo modo di comunicare con i piccoli, favorisce la simbiosi ed è molto importante per la fase di “riattaccamento” del bambino alla figura materna. In letteratura, ci sono svariati studi che evidenziano i danni per i bambini che hanno subito la deprivazione della madre o l’assenza di un rapporto intimo e costruttivo con i Genitori.

L’EFFICACIA DEL BABY TALKING

Il baby talking è straordinariamente efficace e tutti i bambini reagiscono positivamente, dimostrando di comprendere ogni cosa, grazie alla relazione giocosa e confortante che questo tipo di linguaggio per bebè sia in grado di garantire.

Questo modo di comunicare rientra nella categoria delle forme di comunicazione non verbale e presenta alcune caratteristiche specifiche:

 

  • alto tono della voce
  • ritmo di comunicazione più lento
  • accentuazione della musicalità dei versi emessi
  • pronuncia di suoni che vengono quasi “cantati”
  • pronuncia minore delle consonanti (suono troppo duro e aspro)
  • accentuazione prolungata delle vocali ( suono dolce e sonoro) 

 

Questa parlantina adottata soprattutto dalle mamme, oltre ad agevolare il bonding ( puoi approfondire in questo articolo http://nuotobaby.it/allattamento-in-acqua/ ),

sembra essere di grande utilità anche nelle operazioni complesse di costruzione e di sviluppo del linguaggio parlato. 

Attraverso meccanismi di musicalità e variazione acustica, infatti, il baby talking incrementa la percezione uditiva del bebè e tutto il suo bagaglio percettivo sensoriale, finendo per influenzare positivamente tutto lo sviluppo neurologico e l’intelligenza preverbale.

 

 

 

Chiudi menù
×

Carrello

Certificazione NuotoBaby

Attestato

Ancora pochi posti disponibili.

Cliccando su “invia” chiedo alla dott.ssa Giletto di valutare la mia candidatura. Riceverò conferma entro 24 ore!

Dati protettiI tuoi dati sono prottetti e non verranno mai ceduti a terzi.

Sei ad un passo dalla tua lezione GRATIS! 85%

Dove possiamo inviarti il Coupon?

Inserisci il tuo Nome & Email qui Sotto

Odiamo lo Spam quanto te! I tuoi dati con Noi sono al Sicuro!